Due di due ePUB ↠ Due di eBook ¼

Due di due Due di due un romanzo apparso per la prima volta nellNarra l amicizia fra Mario, l io narrante, e Guido, un suo compagno di scuola Sono cos diversi da essere speculari, Mario e Guido il primo un adolescente come tanti, impaurito e attratto dalla vita, indeciso nelle scelte e appena abbozzato nella personalit , succube dell autorevolezza e del carisma altrui il secondo ne ha da vendere di autorevolezza e carisma, ha entusiasmo per la vita, ed diverso, diverso da tutti gli altri, abbastanza per attrarli, troppo per non spaventarli, per non restare, alla fin fine, sempre isolato Nonostante le differenze, l amicizia di Mario e Guido prosegue lungo gli anni Settanta e Ottanta a scuola e fuori scuola, fino all et adulta Ho letto varie recensioni, anche molto discordanti, su questo libro Dopo averlo letto, posso affermare che uno di quei libri che non parla a tutti, e che quindi pu non piacere Personalmente, ho trovato incredibilmente efficace il modo in cui De Carlo rende, nella prima parte del libro, il vuoto e l insicurezza dell adolescenza, la tensione intimorita verso l altro, la mancanza di senso che spesso si prova in questo periodo della vita Da studente di storia, ho molto apprezzato anche la sua Ho letto varie recensioni, anche molto discordanti, su questo libro Dopo averlo letto, posso affermare che uno di quei libri che non parla a tutti, e che quindi pu non piacere Personalmente, ho trovato incredibilmente efficace il modo in cui De Carlo rende, nella prima parte del libro, il vuoto e l insicurezza dell adolescenza, la tensione intimorita verso l altro, la mancanza di senso che spesso si prova in questo periodo della vita Da studente di storia, ho molto apprezzato anche la sua restituzione dell atmosfera del sessantotto, della disillusione che ne segu e delle reazioni conseguenti e sarei curiosa di sapere se anche i sessantottini hanno apprezzato questa parte Verso la fine della prima parte del libro le vite dei due protagonisti prendono strade diverse si assiste alla loro maturazione, alla costruzione di futuri diversi che hanno per la stessa origine, strade divaricate che partono dallo stesso punto, che sono le reazioni alla delusione provocata da un cambiamento che non e stato radicale come ci si aspettava Il libro prosegue quindi con la seconda parte, che racconta la vita da adulti di Mario e Guido Ho apprezzato un po meno questa parte, forse perch non sono ancora arrivata a quel punto della mia vita e non posso quindi comprenderla appieno La trovo comunque valida e sensata nell insieme del libro, anche se un po prevedibile nel suo sviluppo e nel finale In generale un bel libro, che non mi sono pentita di avere letto Questo libro era nella mia wish list da almeno 15 anni, consigliato caldamente da una ragazzina a scuola a cui facevo ripetizioni Mi disse che era il miglior libro sugli anni del liceo che ci fosse in giro Ah, se fosse rimasto in wish list in eterno e avessi 13 euro ancora in tasca, oggi sarei la stessa persona di 5 giorni fa quando ho iniziato a leggerlo.Questi cosiddetti autori, capaci di scrivere di nulla per 150 pagine, io in un certo senso li invidio Mi farebbe comodo riuscire a riempire Questo libro era nella mia wish list da almeno 15 anni, consigliato caldamente da una ragazzina a scuola a cui facevo ripetizioni Mi disse che era il miglior libro sugli anni del liceo che ci fosse in giro Ah, se fosse rimasto in wish list in eterno e avessi 13 euro ancora in tasca, oggi sarei la stessa persona di 5 giorni fa quando ho iniziato a leggerlo.Questi cosiddetti autori, capaci di scrivere di nulla per 150 pagine, io in un certo senso li invidio Mi farebbe comodo riuscire a riempire 150 pagine di niente assoluto per allungare il brodo Ricordo rare occasioni in cui ho fatto cos fatica a superare le prime 100 pagine leggo generalmente al parco col cane e stavo per lanciare il libro nei cestini della spazzatura Poi ho pensato che potevo sempre rivenderlo usato e mi sono fermato in tempo In quel momento successo qualcosa di impensabile la storia ha un guizzo vitale, decolla leggermente verso spunti coinvolgenti e a tratti interessanti Sto parlando del viaggio in Grecia e credo che De carlo abbia trasposto un esperienza personale in esso, perch c un cambio nel registro stilistico palese, frutto verosimilmente di una passione vissuta Diciamo che da l in poi il libro si fa leggere, anche tutta la parte della vita in campagna, checch a tratti noiosa, narrata con scorrevolezza e una prosa dignitosa Non sto qui a sindacare sulla tecnica di Andrea piuttosto bravo nella caratterizzazione psicologica, non c nessuno, tra i personaggi principali, che non sia sfaccettato molto bene quello che sindaco la noia, figlio mio, della prima parte del libro e dire che l immedesimazione, per un lettore che ha fatto il liceo classico, ci starebbe tutta, ma non avviene per la piattezza della narrazione Anche le parti sulle interrogazioni o le professoresse tiranniche, nonostante mi ci riveda perch ci sono passato, sono completamente prive di pathos L ultimo capitolo poi definirlo banale un eufemismo Questo coupe de teatre a silloge di una storia umana fatta di insoddisfazione, malessere, inquietudine esistenziale la degna conclusione di un libro che non mi ha lasciato nulla Ho dato 2 come voto accettabile solo per la parte del viaggio in Grecia e le vicissitudini editoriali che portano Guido a pubblicare il suo primo romanzo Ribadisco la mia stima per la tecnica autoriale per quanto riguarda la caratterizzazione dei personaggi, ma inorridisco di fronte a certe scelte stilistiche per l amor di dio, in certe frasi subordinate De carlo non ripete i verbi ausiliari.Va da s che non legger mai pi niente di questo autore Si gi preso 5 giorni della mia attenzione che nessuno mi restituir Gli do due generose stelline perch , dopotutto, mi ha tenuta incollata fino in fondo Anche se forse ho perseverato solo per scoprire in quali altri modi avrebbe potuto peggiorare.L ho trovata una storia spesso implausibile, scritta in uno stile decisamente troppo narrativo e poco descrittivo lo show don t tell non una regola da seguire pedissequamente, siamo d accordo, per un lettore non ha davvero bisogno di sentirsi sempre dire come si sente un personaggio Fammelo capire da me, ogni ta Gli do due generose stelline perch , dopotutto, mi ha tenuta incollata fino in fondo Anche se forse ho perseverato solo per scoprire in quali altri modi avrebbe potuto peggiorare.L ho trovata una storia spesso implausibile, scritta in uno stile decisamente troppo narrativo e poco descrittivo lo show don t tell non una regola da seguire pedissequamente, siamo d accordo, per un lettore non ha davvero bisogno di sentirsi sempre dire come si sente un personaggio Fammelo capire da me, ogni tanto, te ne prego Ci sono diversi buchi di trama due volte si sottolinea che un personaggio non sa nuotare salvo fargli poi dire che va spesso a nuotare Okay Poi, neanche a me piace molto Milano, ma il fervore con cui viene condannata e vituperata sembrato un po esagerato anche a me.L elemento stilistico che mi ha irritato di pi , forse, l uso del corsivo nella parlata di un certo personaggio Il corsivo serve a indicare l enfasi con cui un personaggio pronuncia certe frasi, a sottolinearle E l equivalente di una pausa drammatica, di un pugno sul tavolo Ed molto irritante, almeno per me, ritrovarmi un personaggio che pronuncia battute come sto inventando Sto uscendo dalla porta In un contesto assolutamente qualsiasi qui ho davvero sbattuto il pugno sul tavolo, quindi il corsivo appropriato.Ah, e un alta cosa non si fa l uso neanche di una parolaccia Ignoro se sia una scelta editoriale o una moda del momento in cui il libro stato scritto, per molto buffo vedere personaggi alla canna del gas che imprecano dicendo Porca miseria anzi, Porca miseria.Poi c un altro tema che mi sta a cuore, quello della rappresentazione dei personaggi femminili, ma non comincio neppure perch non so quando potrei finire Dico solo che, caro autore, le donne anche le adolescenti non sono una specie diversa, enigmatica e imperscrutabile E facile accorgersene, se ci si parla come se fossero pausa drammatica persone.Insomma, la stellina in pi di quella che nel mio cuore volevo dargli se l guadagnata alimentando il mio spirito polemico Un libro che ho trovato irritante, col procedere della narrazione La prima parte mi aveva limitatamente interessato, andando avanti ho stentato davvero Una vicenda scialba e stereotipata, con personaggi davvero poco convincenti.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *